INNOVATION HALL, UN BOSCO DI PALLONI GALLEGGIANTI - TEDxPadova
1944
single,single-post,postid-1944,single-format-standard,_masterslider,_msp_version_2.29.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

INNOVATION HALL, UN BOSCO DI PALLONI GALLEGGIANTI

bosco

INNOVATION HALL, UN BOSCO DI PALLONI GALLEGGIANTI

Immaginate un TEDxPadova a cielo aperto. Senza porte, senza barriere, senza confini se non quello della curiosità di capire cosa sta per accadere nell’affascinante mondo della tecnologia, di toccare con mano le ultime novità, di conoscerle, di giocarci. Ora immaginate di poter volare sul centro di Padova, come un drone, come un aquilone: vedreste una scia di migliaia di palloncini, un’onda colorata che converge verso il cuore della città, fino a raggiungere l’Innovation Hall, in piazza Capitaniato, per confondersi con un’altra nuvola di sfere colorate, rosse per l’esattezza.

Gioco, divertimento, stupore

Lì sotto, in quel magico bosco di palloni all’elio, il prossimo 30 aprile si terrà l’Innovation Hall, una costola del TEDXPadova, la sua versione “open”, a ingresso gratuito, che durerà tutta la giornata, dal mattino al tramonto. Lì potrete passeggiare tra gli stand delle più innovative e dinamiche aziende del territorio che ai visitatori mostreranno, e spiegheranno nei dettagli, prodotti, progetti e prototipi. Ci saranno laboratori e dimostrazioni, ci sarà gioco, divertimento e stupore. Ci sarà lo spirito “Let’s Play”, vi faremo salire sulla locomotiva della tecnologia. E questa volta i protagonisti sarete voi.

L’intera piazza Capitaniato sarà allestita in base al “concept” ideato e disegnato dall’architetto Marco Cellini: «Ho pensato al concetto di gioco, di realizzare qualcosa che oscillasse tra il sognante e l’immaginario – racconta Marco -. Ho pensato di essere io il bambino, ho cercato qualcosa che potesse stupirmi, che potesse lasciarmi a bocca aperta. Così è venuta l’idea del grande bosco di sfere galleggianti. Il palloncino è un po’ l’archetipo del gioco, non c’è bimbo al mondo che non lo riconosca, che non ne sia attratto. Questo vorrei che fosse l’Innovation Hall: un luogo di gioco, di festa, di leggerezza, ma anche di innovazione e di tradizione».

Una foresta immaginaria

Una piazza, dunque. Uno spazio aperto ma limitato, con un soffitto di palloni rossi. «Idealmente limitato sì, ma in realtà senza recinti, senza divisioni, aperto a tutti. Un po’ come le idee: fluttuano, mica si possono ingabbiare. Piazza Capitaniato diventerà per un giorno una foresta immaginaria, i palloni in PVC saranno come degli alberi, rossi sulla chioma, bianchi sul “fusto”, perché ho voluto fosse visibile e riconoscibile anche l’ancoraggio. Sarà un allestimento di forte impatto, ma semplice, pulito ed essenziale nelle sue linee portanti, immediatamente riconoscibile. Quel giorno in tanti entreranno in quel bosco, adulti e bambini. Passeggeranno tra favola, gioco e innovazione. E mi aspetto che tutti, senza distinzioni di età, facciano un bel sorriso».