DA CARTESIO AL PIPER PA32, DAGLI SPECCHI AL RECORD DEI 65: TUTTI I NUMERI DEL TEDXPADOVA 2017 - TEDxPadova
4126
single,single-post,postid-4126,single-format-standard,_masterslider,_msp_version_2.29.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

DA CARTESIO AL PIPER PA32, DAGLI SPECCHI AL RECORD DEI 65: TUTTI I NUMERI DEL TEDXPADOVA 2017

blog2605

DA CARTESIO AL PIPER PA32, DAGLI SPECCHI AL RECORD DEI 65: TUTTI I NUMERI DEL TEDXPADOVA 2017

Il quarto TEDxPadova è già in archivio dopo aver colorato d’idee l’intera città. Restano i talk, i video, le fotografie, le sensazioni, le suggestioni. Dalle parole degli speaker, in quella culla di cultura che è il Teatro Verdi, alle installazioni riflettenti dell’Innovation Hall, nei cortili dell’Università di Padova, dove la sperimentazione è di casa, come la ricerca. E per capire cos’è stato quest’ultimo TEDxPadova, valutare se un evento è riuscito o meno, non c’è bisogno di tante parole. Basta aver osservato gli occhi, l’ampiezza dei sorrisi di chi ha partecipato il 13 maggio scorso all’evento. Su quei volti abbiamo letto l’entusiasmo di aver partecipato. Di aver fatto parte, e non più soltanto per un giorno, di una comunità. Di aver contribuito a spostare ancora una volta di un passo il confine verso un futuro possibile. Tutti i partecipanti avevano quell’espressione lì: di soddisfazione, di contaminazione con lo spirito d’innovazione proprio del TEDxPadova.

Possiamo allora dire che quest’anno l’incantesimo si è realizzato. E lo diciamo senza enfasi, ma con grande, grandissima soddisfazione. Teatro stracolmo al Verdi, diecimila persone all’Innovation Hall, a passeggiare tra gli stand, a toccare con mano le più avveniristiche novità tecnologiche, persi in quel gioco di riflessioni con i pannelli specchiati immaginati dai nostri architetti Marco Cellini e Placido Luise. Soddisfazione. Appartenenza. Condivisione.

Basta chiacchiere, passiamo come ogni anno ai numeri di questo TEDxPadova edizione 2017. A partire da quelli più “visibili”, vale a dire dagli speaker (15), dagli spettatori (700) che in 10 giorni di prevendita hanno portato il Teatro Verdi a un incredibile sold out, dai partecipanti all’Innovation Hall (10.000 circa, ma c’è chi giura siano stati di più) nei cortili del Bo. E poi i 18 pannelli specchianti dell’installazione Riflettendo, alti 3 metri per 1 di larghezza, gli 11 moduli cube, le casette che hanno ospitato le 24 aziende dell’Innovation Hall, oltre ai 260 mq di red carpet.

Ma ce ne sono molti altri di numeri, quelli più nascosti, quelli in grado di raccontare cosa si nasconde dietro l’organizzazione di un simile evento. E non parliamo soltanto dei grandi cartelloni pubblicitari (10) sparsi in giro per la città. Perché non possiamo dimenticare le 4 lettere TEDx in legno disegnate per l’occasione dallo street artist padovano Tony Gallo. Come le scritte TEDxPadova (10 lettere) sul palco del Verdi (dove c’erano altri 12 specchi riflettenti, di altezza variabile: 1 metro, 1,5 e 2) e all’esterno del Teatro, nel plateatico. E la meravigliosa scultura di sabbia raffigurante il Domani, ora che il Comune di Jesolo ha voluto donare alla città di Padova: una scultura maestosa, alta 5 metri e larga 7. Agli scultori sono serviti 200 mq di sabbia, trasportata nel cantiere allestito davanti alla Fiera al termine di 11 viaggi Jesolo-Padova.

Passiamo ora ai regali delle aziende partner. Alle 700 gift bag allestite dai nostri 60 volontari (preziosi e meravigliosi: a loro il nostro GRAZIE più sincero) per gli ospiti del Teatro Verdi, con tanto di maglietta TEDxPadova: 14 scatoloni con le agende Arbos, 1 con i volantini Aiesec, 5 per le Brochure, 1 che conteneva le penne Radio Company, 4 scatoloni di Napkin, 1 di Euromark per i portabiglietti da visita, 5 sempre di Euromark, ma per i portapassaporti, 20 scatole di gadget Despar, 3 di Chefyouwant, 10 per i ventagli Sonda, 6 per i righelli TEDxPadova, 1 per le matite.

E poi all’esterno del Verdi: per la colazione i 1000 caffè Diemme assieme ai 17,5 kg di torte miste della Pasticceria Fraccaro, che ha fornito anche 14 kg di panfruttoni. Per l’aperitivo 800 polpette di lenticchie e patate, 1000 panini, 70 kg di pulled pork (ancora grazie a Chefyouwant), con 10 litri di salsa barbecue e 5 di salsa tara. Il tutto bagnato con 800 birre, con etichetta TEDxPadova, di Birra Antoniana, e 600 bottiglie d’acqua da 1 litro offerte da Fonte Margherita. Senza dimenticare le 188 bottiglie di vino Bisol per la cena di gala, la sera del 13 maggio, con speaker e partner, al piano nobile del Caffè Pedrocchi.

E ancora: 2 auto brandizzate TEDxPadova, offerte dal nostro partner De Bona Motors, utilizzate per gli spostamenti dei nostri speaker. Quest’anno abbiamo avuto perfino 1 aeroplano brandizzato TEDxPadova grazie a FlyEmotions, un Piper PA32, a bordo del quale abbiamo accompagnato i nostri speaker per regalare loro un’esperienza indimenticabile, un volo tra Padova, Venezia, il lago di Garda e le Dolomiti.

Non possiamo infine dimenticare il ruolo fondamentale giocato dai nostri partner (65 in totale, tra evento del Verdi e Innovation Hall: un record!) e dei 9 media partner che hanno accompagnato e raccontato attimo per attimo questa 4ª edizione del TEDxPadova. E gli straordinari risultati ottenuti dal nostro account Twitter il 13 maggio: oltre 100 tweet in un giorno, 815 retweet, 667 likes, 40mila visualizzazioni. I tweet più visualizzati sono stati un breve video del talk di Marco Paolini, una gif del biologo Franck Ditengou e una foto di Ilaria Cinelli, comandante della missione spaziale su Marte simulata in un deserto dello Utah.

Insomma un successo. Che però vogliamo subito archiviare, per pensare a domani, a come migliorare. Come diceva Cartesio: “I numeri perfetti sono molto rari, proprio come gli uomini perfetti”. A noi basterebbe continuare a essere innovativi, e ad accendere la vostra curiosità.
Ma non dimenticate: questo per TEDxPadova è un full year event. Quindi la stagione non è ancora terminata. Presto, prestissimo avrete nostre notizie.

Restate con noi, seguiteci, sosteneteci. Abbiamo ancora molta strada da fare insieme.