LUDOVICO ARMELLINI - TEDxPadova
3989
page,page-id-3989,page-template-default,_masterslider,_msp_version_2.29.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-1.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Ludovico Armellini

Domani, ora: TEDxPadova 2017
ludovico-armellini

Il suo violoncello si chiama Ulisse. E quando le luci si spengono, e sul palco restano soltanto Ludovico Armellini e il suo strumento, si sente quasi l’eco dell’eroe della mitologia greca, il suo coraggio, la sua abilità. Ludovico Armellini è un giovane talento padovano, cresciuto in una famiglia di talenti (la sorella gemella, Leonora, è un’affermata pianista che peraltro ha suonato al TEDxPadova 2015). Diplomato al conservatorio Pollini, perfezionato (col massimo dei voti) all’Accademia di Santa Cecilia, a Roma, Ludovico ha già un curriculum di tutto rispetto nonostante i 25 anni ancora da compiere (ma ha cominciato a suonare quando ne aveva 6). Al TEDxPadova 2017 porterà i movimenti dalla prima Suite di Bach. «Anche nella musica classica c’è spazio per l’innovazione – spiega Armellini -. Nell’ascolto come nell’esecuzione. C’è nell’interazione del musicista con il pubblico, c’è nel portare questa musica in ambiti non strettamente legati all’attività concertistica. Come al TEDxPadova». Come spalancare una finestra sul futuro, nel solco della più preziosa tradizione. Ludovico Armellini e il suo violoncello, sul palco del Teatro Verdi.